Router 4G LTE: Come monitorare il segnale ed altro

Router 4G LTE: Come monitorare il segnale LTE e molto altro

Nei post precedenti vi ho parlato di alcuni router 4G LTE di cui sono in possesso, con le rispettive informazioni, link o altre istruzioni aggiuntive per ottenerli; oggi vorrei parlarvi di quali programmi o app utilizzare per poter monitorare in tempo reale i valori del segnale, ma anche parlarvi ad esempio del carrier aggregation comunemente detto CA.

Se non avete ancora un router 4G/LTE, potete rimediare subito scegliendo per esempio tra questi ottimi prodotti: Huawei B2338-168, Huawei B525s-23a, oppure l’ Huawei E5186-22a.

LTEInspecteur
LTEInspecteur

Carrier Aggregation

Vorrei ricordarvi che il funzionamento del carrier aggregation, dipende principalmente dai seguenti fattori:

  • Le celle radio  (ad esempio una cella in banda 3  ed una in banda 20) dovranno essere presenti sulla stessa bts e entrambe rivolte verso la vostra direzione (infatti se queste si trovano su bts diverse oppure  coprono zone diverse dalla vostra, non sarà possibile sfruttare il CA.
  • Anche se la prima condizione fosse positiva, bisogna anche vedere se il carrier aggregation è abilitato sulla bts in questione (nel caso non lo fosse, idem come al precedente punto).

 Prima di proseguire, ed iniziare ad usare una delle applicazioni o app per mobile consigliate di seguito; sarà il caso che vi informiate su come è disposta la copertura dell’operatore a  cui siete interessati.

Per fare questo vi consiglio di consultare l’ottima mappa di Cellmapper (tra l’altro hanno anche una omonima app per android  e windows mobile molto valida, purtroppo non è disponibile una versione per iOS di Apple  a causa delle imposizioni quest’ultima).

Bande e Frequenze


TIM

Banda Frequenza portante Spettro in uso (4G) Velocità di download massima Velocità di upload massima
64QAM 256QAM 16QAM 64QAM
20 800 MHz 2 x 10 MHz 75 Mbit/s 100 Mbit/s 25 Mbit/s 37.5 Mbit/s
32 1500 MHz 20 MHz 150 Mbit/s 200 Mbit/s 0 Mbit/s (solo downlink) 0 Mbit/s (solo downlink)
3 1800 MHz 2 x (10 / 15 / 20) MHz (a seconda delle città) 75 – 112,5 – 150 Mbit/s 100 – 150 – 200 Mbit/s 25 – 37.5 – 50 Mbit/s 37.5 – 56.25 – 75 Mbit/s
1 2100 MHz 2 x 5 MHz (in fase test in alcune città) 37,5 Mbit/s 50 Mbit/s 12.5 Mbit/s 18.75 Mbit/s
7 2600 MHz 2 x 15 MHz 112,5 Mbit/s 150 Mbit/s 37.5 Mbit/s 56.25 Mbit/s

Per quanto riguarda TIM, a seconda delle zone, vi è un differente utilizzo delle frequenze, soprattutto per ciò che riguarda la banda 3. Per quanto riguarda il 4G+, TIM sta espandendo la copertura. Inoltre offre l’aggregazione di tutte e 3 le frequenze per velocità fino ai 300Mbit/s (in 95 comuni).

Nell’arco dei prossimi mesi, TIM provvederà ad effettuare test della B1 (2100 MHz) in 4G con 5 MHz e poi successivamente 10 MHz.

Vodafone

Banda Frequenza portante Spettro in uso
(4G)
Velocità di download massima Velocità di upload massima
64QAM 256QAM 16QAM 64QAM
20 800 MHz 2 x 10 MHz 75 Mbit/s 100 Mbit/s 25 Mbit/s 37.5 Mbit/s
32 1500 MHz 20 MHz 150 Mbit/s 200 Mbit/s 0 Mbit/s (solo downlink) 0 Mbit/s (solo downlink)
3 1800 MHz 2 x (10 / 15 / 20) MHz (a seconda delle città) 75 – 112,5 – 150 Mbit/s 100 – 150 – 200 Mbit/s 25 – 37.5 – 50 Mbit/s 37.5 – 56.25 – 75 Mbit/s
1 2100 MHz 2 x (5 / 10) MHz (a seconda dell’area) 37,5 – 75 Mbit/s 50 – 100 Mbit/s 12.5 – 25 Mbit/s 18.75 – 37.5 Mbit/s
7 2600 MHz 2 x 15 MHz 112,5 Mbit/s 150 Mbit/s 37.5 Mbit/s 56.25 Mbit/s

Anche con Vodafone vi è un differente utilizzo delle frequenze. Offre un’ampia copertura in LTE-Advanced, grazie all’aggregazione di 2 frequenze, per offrire velocità fino ai 225Mbit/s. In 92 comuni Vodafone fa uso dell’aggregazione di tutte e 3 le frequenze per velocità fino ai 340Mbit/s.

Wind Tre

Banda Frequenza portante Spettro in uso (4G) Velocità di download massima Velocità di upload massima
64QAM 256QAM 16QAM 64QAM
20 800 MHz 2 x 10 MHz 75 Mbit/s 100 Mbit/s 25 Mbit/s 37.5 Mbit/s
3 1800 MHz 2 x (15 / 20) MHz (a seconda delle città) 112,5 – 150 Mbit/s 150 – 200 Mbit/s 37.5 – 50 Mbit/s 56.25 – 75 Mbit/s
1 2100 MHz 2 x (10 / 15) MHz (in test in alcune città) 75 – 112,5 Mbit/s 100 – 150 Mbit/s 25 – 37.5 Mbit/s 37.5 – 56.25 Mbit/s
7 2600 MHz 2 x 20 MHz 150 Mbit/s 200 Mbit/s 50 Mbit/s 75 Mbit/s

Wind Tre, in un numero sempre maggiore di centri abitati, sta accendendo le bande 3, 1 e 7, oltre alla banda 20.

Wind Tre dispone inoltre della tecnologia LTE-Advanced (4G+).

LTE Advanced o 4G+

Il 4G+ si basa sulla possibilità da parte degli operatori di aggregare, per quanto riguarda il downlink, frequenze differenti, di modo da aumentare le velocità di picco, e gestire al meglio il traffico sempre crescente degli utenti, soprattutto nelle zone maggiormente abitate. Attualmente tale tecnologia è utilizzata da Iliad, TIM, Vodafone e Wind Tre. Maggiori sono i MHz aggregati, maggiori saranno le velocità di picco.

 

Monitoraggio del segnale LTE ed altre informazioni dal PC

Dopo aver chiarito in modo semplice il funzionamento del carrier aggregation, vediamo come monitorare il segnale che ottenete dal vostro Router 4g lte ed anche come impostare il CA o eventualmente bloccare ad una determinata banda.

Nelle applicazioni/app che vi sto per indicare, alcune potrebbero essere “specializzate” su un determinato modello di rotuer 4g lte, in ogni caso ve lo indicherò se fosse necessario:

    • Il primo programma si chiama LTEWatch e funziona con vari Router 4G LTE di Huawei, è disponibile sia in versione per Huawei che per FritzBox. Consente di attivare l’aggregazione, bloccare il router su una specifica banda ed altro.FritzWatch LTE
    • Il secondo programma è E5186 Toolbox, in questo caso il programma funziona solamente con il router Huawei E5186. Anche questo software da la possibilità di abilitare la funzione di aggregazione e di fissare il router su una determinata frequenza/banda.
    • Un altro programma si chiama LTEInspecteur, funziona con vari router Huawei. come per i precedenti programmi, anche questo consente le stesse funzioni di cui vi ho scritto prima per gli altri programmi.
      Risultati immagini per LTEInspecteur

 

Monitoraggio del segnale LTE ed altre informazioni da Android e da iOS

Per nostra fortuna esistono delle applicazioni, sia per Android che per iOS,  che ci consentono di verificare la copertura e la potenza del segnale LTE nella nostra zona. Molte di queste applicazioni ci permettono di verificare la posizione delle antenne e dei ricevitori di un determinato operatore.

1) Network Cell Info Lite (Android)
app Network Cell Info Lite

Tra le migliori app per controllare il segnale LTE c’è sicuramente Network Cell Info Lite, disponibile solo per device Android.
Con quest’app potremo ottenere una valutazione sull’intensità del segnale LTE, la posizione dell’antenna o delle antenne dell’operatore scelto, informazioni sulla cella agganciata e monitorare il segnale in più zone diverse tramite una mappa GPS.
Se non sappiamo ancora il livello di copertura LTE per la nostra zona, questa è l’app giusta con cui effettuare dei test su Android.
Oltre al segnale LTE è in grado di mostrare l’intensità di segnale delle precedenti tecnologie (3G, EDGE e GPRS) e preziose informazioni sulla rete WiFi.
Possiamo scaricare l’app da qui -> Network Cell Info Lite

2) LTE Discovery (Android)
app LTE Discovery

Altra app che possiamo utilizzare per monitorare l’intensità del segnale LTE è LTE Discovery, disponibile solo per Android.
L’app offre tante informazioni utili sul segnale LTE agganciato dallo smartphone Android, permettendo di “orientare” il dispositivo in base all’intensità del segnale ricevuto (anche se non stiamo utilizzando questo tipo di connessione).
Molto utile anche la mappa della copertura LTE presente in zona, recuperata tramite feedback di altri utenti o servizi online come OpenSignal (che dispone di un’app dedicata, come vedremo qui sotto).
Ottima la possibilità di resettare la connessone telefonica così da “forzare” l’uso dell’LTE nelle zone in cui il segnale è molto debole; possiamo anche pianificare questo tipo di forzatura, così da ottenere (dove possibile) sempre il segnale LTE per le nostre connessioni mobile.
Possiamo scaricare quest’app da qui -> LTE Discovery

3) OpenSignal (Android e iOS)
app OpenSignal

La prima app multi piattaforma che possiamo provare è OpenSignal.
Una volta installata sarà possibile visualizzare una mappa della zona con le rilevazioni del segnale LTE effettuati dai volontari del progetto.
Se nella nostra zona c’è copertura LTE potremo scoprirlo ancor prima di utilizzarla grazie alla mappa, che indica anche le coordinate geografiche delle antenne piazzate dagli operatori.
Le zone con ottima copertura LTE sono indicate sulla mappa con il colore verde, mentre le zone con scarsa copertura sono indicate sulla mappa in rosso.
Possiamo anche effettuare noi stessi i test del segnale LTE e aggiungere informazioni alla mappa, così da aiutare altri utenti a valutare la copertura in una precisa zona.
Oltre al monitoraggio del segnale LTE, l’app integra anche uno speedtest, utile per controllare la velocità di connessione LTE in una precisa zona, così da poter confrontare i dati ottenuti con quelli salvati sulla mappa (non è detto che il segnale sia sempre forte o veloce in una zona!).
Possiamo scaricare OpenSignal sia per Android che per iPhone da qui -> OpenSignal (Android) e OpenSignal (iOS).

4) Cell Signal Monitor (Android)
app Cell Signal Monitor

Questa applicazione è riservata agli utenti più esperti, in quanto fornisce dei dati più tecnici rispetto all’applicazione vista in precedenza. L’interfaccia è realizzata in modo ottimo, garantendo una facile navigazione all’interno delle varie funzioni offerte.

Con quest’app possiamo controllare le informazioni sulle reti telefoniche disponibili nei paraggi (con diversi gradienti di colore per indicare l’intensità del segnale per ogni operatore), controllare l’intensità del segnale LTE per un determinato periodo di tempo e controllare i log degli agganci alle celle, così da poter valutare la potenza del segnale e la velocità massima raggiungibile in quella zona.
Possiamo scaricare quest’app da qui -> Cell Signal Monitor

5)LTE Cell Info: Network Status (iOS)
app LTE Cell Info: Network Status

Se possediamo un iPhone possiamo provare l’app LTE Cell Info: Network Status, una delle migliori della categoria.
L’app mostra informazioni molto dettagliare sulla connessione telefonica in uso dal device, mostra il tipo di tecnologia supportata dall’operatore utilizzato (se sono disponibili tecnologie superiori non ancora sfruttate per limiti contrattuali) e mostra anche le frequenze LTE disponibili presso quell’operatore, così da poter scegliere anche in base a questo parametro (per regola generale ti basterà sapere che una frequenza maggiore regala più velocità ma minore copertura, mentre una frequenza minore maggiore copertura e minore velocità).
Possiamo scaricare quest’app da qui -> LTE Cell Info: Network Status

6)Netmonitor (Android)
app Netmonitor

Un’altra app molto utile per controllare l’intensità del segnale LTE è Netmonitor, disponibile solo per dispositivi Android.
L’app monitora costantemente la connessione LTE, così da realizzare un traccia su cui verrà realizzata una mappa di copertura, con tanto di indicazione dei passaggi di cella, dell’intensità del segnale LTE e della velocità di ogni cella telefonica agganciata.
Utilizzando questo strumento è possibile trovare i punti migliori in zona dove la copertura LTE è migliore, così da poterla sfruttare al massimo delle capacità.
L’app è scaricabile da qui -> Netmonitor

7)HManager (Android)

L’ultimo programma di cui vi voglio parlare è HuaweiManager,conosciuto anche come HManager; in questo caso però si tratta di una App per Android da dove potete, oltre a consultare i valori del segnale, anche abilitare il carrier aggregation, bloccare il router su una specifica banda e molto altro. L’app non è scraricabile dal playstore ma va installata manualmente.
L’app è scaricabile da qui -> HManager

Riguardo all’interpretazione dei valori che vi ritroverete nei vostri monitoraggi, potete dare uno sguardo veloce a questo post.

Per oggi è tutto spero che vi sia stato utile, alla prossima.

Precedente Huawei B2338-168 Recensione e Prove